Lario Hammers – Mastini Ivrea

Con questa partita si è conclusa la stagione per i Lario Hammers.
Tratto dal sito del team:

Le sfide incrociate con il Girone I alla fine sono risultate fatali per le velleità di postseason dei Lario Hammers per questa stagione.

La sconfitta di Alessandria contro i Centurions dopo essere stati in vantaggio per tre quarti, ha minato le certezze della squadra comasca, che ha pagato oltremodo alcune assenze nel reparto offensivo. Onore ai backups, ma l’attacco ha subito quel disequilibrio che non gli ha consentito di marciare con continuità, non andando oltre le due segnature.

Il contraccolpo psicologico è stato brutale. La partita con Ivrea ne è risultata condizionata, con una squadra nervosissima e per nulla sicura dei suoi mezzi. E nello sport questo significa solo una cosa, errori e sconfitta.

La stagione regolare dunque finisce qui per gli Hammers, con una prima parte di stagione davvero esaltante a partire dall’amichevole di dicembre fino alle vittorie in campionato e alla sconfitta combattuta con gli Skorpions. Quello che è venuto dopo è principalmente figlio dell’inesperienza a giocarsi traguardi importanti, del troppo nervosismo, della esagerata tensione emotiva che sempre sempre caratterizza le partite degli Hammers.

Tutti devono crescere in proposito, giocatori, sideline, società.

Il bilancio del campionato, adesso che i ragazzi Hammers poggiano il casco sul comodino si può tirare. Ma la decisione di chi scrive è quello di chiudere con grande ottimismo e visone sul futuro e lasciarsi l’ultimo punto giocato male alle spalle, usando un parallelo tennistico, proprio come fanno i grandi campioni.

Questo campionato ha salutato i nuovi rookies unitisi alla famiglia Hammers, sicuri protagonisti dell’oggi e del domani, come Matteo Beretta #42, Ale Zambetti #23, Rick Gersi #22, Nello Nappi #76, Fra Nappi #62, Claudio Gandola #45, Luca Brivio #50, Ronnie Cattaneo #85, Matteo Santelia #87, Fabio Di Bartolo #98, Filippo Castelli #40, Stefano Simeoni #55

il 2012 ha salutato anche il ritorno dei giocatori del gruppo fondatore della nuova era, il forte Paolo Chiolerio #54 e Cristian Cortinovis #99, ed addirittura un nativo Hammer dell’antico tempo, Gianka Annoni #46.

La famiglia Hammers 2011-2012 si è anche arricchita dell’offensive coordinator, ingaggiato con lungimiranza dal vulcanico Head Coach/presidente Max Castiglioni, Alessandro “non c’è problema” Penati, ad affiancare i coach Walter “IL MITO” Talone, Razzano, Castelli Guggiari e Ottavio. Tutti noi speriamo che Alessandro rimanga anche in futuro a condividere un’altra stagione di Football americano in provincia di Como. L’offense glielo chiede a gran voce..se no se la vedrà col Tight End.

Se ce ne fosse stato bisogno, il 2012 ha anche consolidato un gruppo di uomini che attraverso difficoltà e scetticismo hanno dimostrato lealtà e valore sul campo e dimostreranno ancora molto. Loro sono in ordine sparso: Tony, Luca, BIG Stefano, Deca, Speedy, Daniele, Dan QB, Samuel, Gianni Amputagambe, Teddy, Gianlu, Max, Mirko, Brian, Burro, Trattorino Mattia e l’ultimo arrivato ma non ultimo Lorenzo Carmelini.

E le prime vittorie, e le prime lacrime di gioia e le ultime lacrime di sconforto. E le prime gare per guadagnarsi la post season. Comunque vada in futuro , l’importante sarà poter di nuovo scendere in campo con la divisa degli Hammers. Perchè in campo si gioca si combatte e si è felici, il resto sono davvero insopportabili ed inutili chiacchiere.

GO HAMMERS

In occasione della partita degli Hammers contro i mastini, ho fatto qualche scatto:

Scusate per il ritardo nella pubblicazione… son stato un po’ preso ultimamente. Spero possano piacere, purtroppo la luce era inesistente, ed è stato molto complicato tirar fuori qualcosa di decente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *