WordPress 3.3: che c’è di nuovo?

Uscita in questi giorni, subito ho aggiornato il sito con questa nuova versione di WordPress.
Questa nuova release porta con se molte novità, alcune visibili fin da subito altre no.

L’evoluzione della piattaforma WordPress negli ultimi anni è stata entusiasmante. La conferma arriva direttamente da sviluppatori e utenti che crescono, in numero, di giorno in giorno. Oggi WordPress è utilizzato per svariati scopi, non già solamente per creare semplici blog. In particolare ciò è vero da quando il team di sviluppo ha introdotto significative novità con la versione 3.0 facendo diventare WordPress un CMS sempre più completo e con potenzialità eccellenti per lo sviluppo di siti anche molto complessi.

WordPress 3.3 rappresenta l’ultimo aggiornamento di uno dei blog engine Open Source più utilizzati della Rete, per la sua realizzazione gli sviluppatori si sono concentrati in particolare sul miglioramento delle prestazioni, sull’adeguamento del backend ai nuovi standard Web e sull’introduzione di alcune interessanti novità tra le quali è possibile segnalare:

  • una Admin Bar migliorata e meno dispersiva che presenta una razionalizzazione delle voci di menù e collegamenti;
  • un utilizzo più accentuato di elementi HTML5 all’interno del backend;
  • un layout del backend pensato per essere maggiormente responsive e quindi in grado di restituire un output ottimizzato per le diverse aree di visualizzazione dei vari dispositivi, anche per i device mobili;
  • un Media Uploader gestibile tramite semplici operazioni di Drag & Drop;
  • un Welcome Screen pensato soprattutto per gli utilizzatori alle prime armi nel quale vengono presentate in modo essenziale le features dell’applicazione;
  • l’introduzione di Pointers attraverso i quali ricevere notifiche relative, per esempio, agli aggiornamenti;
  • l’introduzione tramite Distraction Free Writing delle regole di stile per il contenuto di un post direttamente all’interno dell’editor, con maggiore libertà per la formattazione sulla base del tema utilizzato;
  • l’adozione di Menu Flyouts in amministrazione per l’accesso istantaneo alle diverse voci dei sub-menu;
  • nuovi strumenti disponibili (solo come estensioni) per l’importazione da varie piattaforme come per esempio Tumblr;
  • introduzione del supporto per l’internazionalizzazione dei nomi a dominio nella gestione multi-sito;
  • un nuovo sistema di attivazione e aggiornamento di temi ed estensioni nella gestione multi-sito;
  • introduzione dell’opzione per i “Postname Permalinks”;
  • aggiornamento del supporto per jQuery 1.7.1 e jQuery UI 1.8.16;
  • introduzione di un WordPress Editor API che gli sviluppatori potranno utilizzare per la personalizzazione dell’editor per gli articoli, ivi inclusi i pulsanti di TinyMCE.

Se avete intenzione di farvi un sito tutto vostro, wordpress è la miglior scelta che potreste fare. Provare per credere.