Lytro…. la fotocamera “multifuoco”

Ne avevo sentito parlare qualche tempo fa, avevo letto qualche articolo in giro, ed oggi è realtà.
Quello di cui vi volevo parlare oggi è una fotocamera che dire innovativa è dir poco. Per chi ne sa di fotografia, sa che non è possibile mettere a fuoco in tutte le foto tutte le parti dello scatto senza perdere di qualità nello scatto impostando il diaframma a valori improbabili.
Quindi una delle capacità più importanti per un fotografo era saper dosare i parametri della macchina per mettere a fuoco la parte del soggetto che interessa.

Grazie a questa innovativa macchina fotografica sarà possibile scattare una foto e decidere, in un secondo momento, qual è la parte dell’immagine su cui applicare il focus. Questo è il sito ufficiale dell’azienda.

Lytro fotocamera
Lytro fotocamera

Piuttosto che catturare un solo piano focale, cattura l’intero campo di luce attorno all’immagine, con un singolo scatto. Un campo di luce include qualsiasi raggio di luce in qualunque direzione, e in qualsiasi punto nel tempo. In pratica cattura molti più dati di luce, da più angolazioni grazie a un sensore rivoluzionario. Tutto viene gestito attraverso degli algoritmi sviluppati ad hoc, permettendo all’utente di gestire, in un secondo momento, i parametri come la messa a fuoco, la profondità di campo e via dicendo.

schema di funzionamento
schema di funzionamento

La sperimentazione in questo campo è partita a metà degli anni 90, a Stanford, con 100 fotocamere in una sola stanza. Lytro consente di raggiungere lo stesso obiettivo con un dispositivo abbastanza piccolo da stare in tasca. Il risultato è che si può reimpostare il focus delle foto dopo lo scatto, modificare l’orientamento e persino mostrare foto in 3D.

Tra gli altri benefici della soluzione di Lytro ne troviamo un altro, di stampo prettamente pratico: gli utenti non devono più perdere tempo a impostare il focus prima di effettuare uno scatto. La tecnologia, inoltre, funziona anche in scarse condizioni di luce senza flash.

Finalmente il prototipo è diventato realtà e si prepara al suo debutto sul mercato. La fotocamera Lytro sarà venduta in due modelli, da 8 e da 16 GB. La prima versione, disponibile nei colori nero e blu, costerà 399 dollari (circa 290 euro) e permetterà di archiviare fino a 350 scatti, mentre il modello con più memoria sarà di colore rosso, si potrà acquistare a 499 dollari (poco meno di 365 euro) e potrà contenere fino a 750 immagini.

Il design è molto particolare e ricorda le fotocamere digitali tradizionali soltanto per la presenza di un obiettivo e di uno schermo LCD. Questa soluzione integra una lente 35-280 mm equivalente con apertura F/2 su tutta l’escursione e uno zoom ottico 8x regolabile attraverso uno slide. Oltre al selettore dello zoom, il corpo in alluminio anodizzato della fotocamera ha soltanto altri due pulsanti, uno per lo scatto e uno per accendere e spegnere il dispositivo.

Ecco alcuni esempi di ciò che può fare questa macchina (cliccate sopra una parte della foto che vi interessa e vedrete la “magia”).


Altri esempi li trovate sul sito ufficiale della fotocamera.