@ (chicciola), nell’email, da dove salta fuori?

Diamo per scontato tante cose nella vita, ma spesso ad essere curiosi si vive un po’ meglio. E oggi volevo soddisfare la mia curiosità riguardo una cosa che tutti usano, ma nessuno sa perché e se chiedi spiegazioni ti dicono… “perchè è così“.

Perché si usa la @ (chiocciala, “at” in inglese) all’interno dell’indirizzo dell’email, ho trovato la risposta su Focus.it.

chiocciola

Legati fin dal principio – Quella “a” tutta particolare, racchiusa in una piccola spirale, è da sempre il simbolo delle lettere elettroniche, sin dalla loro invenzione. Era il 1972, e le prime forme di email stavano nascendo: i messaggi erano consultabili solo sullo stesso computer, ma in fondo era ancora presto. Ciò non toglie che fosse necessario trovare un simbolo che non generasse confusione.

Un nome da ricordare – Ray Tomlinson è l’uomo chiave di questa storia. All’epoca lavorava per la Bolt Beranek and Newman, l’azienda che forniva alla neonata Arpanet gran parte del software e dell’hardware necessario a portare avanti un progetto così promettente. Non esiste un vero e proprio inventore dell’email, ma una serie di piccoli passi l’hanno portata a essere quello che è oggi. Tomlinson, oltre ad apportare tanti altri accorgimenti, è stato colui che ha scelto quel simbolo. Ma perché?

La scelta migliore – Tieni conto che la chiocciola è diventata l’icona standard anche grazie allo stato delle cose dell’epoca. Tomlinson non ha avuto grossi problemi a estenderne l’uso a tutti i siti in cui era già operativa Arpanet, e il motivo è molto semplice: erano solo dodici! L’idea di partenza era scegliere qualcosa che non fosse già utilizzato nei nickname che stavano cominciando a diffondersi. Ha dato un’occhiata alla tastiera, pensato a quanti usassero già i vari underscore e segni di punteggiatura, e poi eccolo lì, il simbolo perfetto, la @!

Fin troppo facile – Eh già, Tomlinson l’ha scelta per pura praticità. Effettivamente calza a pennello, dato che indica il fatto che tale utente si trova su un determinato server. Un’ottima coincidenza, considerando anche che la chiocciola è l’unica preposizione presente fra i tasti. Ti stai chiedendo perché quel simbolo compare sulla tastiera? Beh, sappi che nacque ben prima di Internet, nel VII d.C., ma questa è un’altra storia…

Quale storia? – La chiocciola è un simbolo usato sin dall’antichità, ma le storie che ne descrivono l’origine sono tantissime. C’è chi lo attribuisce ai monaci che lo usavano per abbreviare la preposizione latina “ad”, chi la ritrova negli scritti del Rinascimento italiano, chi fra gli scritti peruviani…comunque spesso era usato a livello commerciale come abbreviazione di varie preposizioni. È stata infatti introdotta all’inizio del ‘900 nelle tastiere delle macchine da scrivere della Underwood. Motivo? All’epoca veniva utilizzata come abbreviazione di “at the rate of” in ambito commerciale (quindi risultava utile nei documenti in lingua inglese).