Corso di enduro … fatto, ora mettiamo in pratica.

Quest’anno finalmente son riuscito a frequentare il corso di enduro organizzato dal Como Bike Experience (CBE).

cbe

Il corso è durato 9 ore, 3 incontri da 3 ore l’uno, nello splendido parco della Spina Verde.

Lo scopo del corso, che mi ero prefissato,  era quello di aumentare la mia sicurezza in bici, per potermi permettere di girare tranquillamente anche quando mi porto dietro l’attrezzatura fotografica, vincere molte delle mie paure nell’affrontare tratti con molta pendenza e saper affrontare con sicurezza i trail, anche quelli più insidiosi.

Già dalla prima lezione ho capito la serietà del gruppo, in quanto per 11 partecipanti c’erano addirittura 5 insegnanti, molto disponibili e preparati.

Alcuni di loro li conoscevo in precedenza, altri è stato un piacere conoscerli e si sono dimostrati altrettanto preparati.

Dopo un briefing iniziale dove hanno spiegato le nozioni basilari dello stare in bicicletta, la posizione, lo spostamento dei pesi, il setup della bici,  siamo stati divisi in due gruppi e ci siamo arrampicati sui sentieri del parco.

Nella prima lezione è stato mostrato come superare gli ostacoli soprattutto in salita, come affrontare discese ripide e quindi come condurre le curve.

Luca frenata

Nella seconda lezione abbiamo rivisto le curve, quindi le salite impegnative, curve strette, manual.

luca gira

Nella terza lezione abbiamo ripassato un po’ tutti gli argomenti ed in più hanno aggiunto come affrontare i drop. In questa occasione è saltata fuori una delle cose che mi bloccano nell’andare in bici… le pendenze e soprattutto i salti. Grazie a Davide e Seba che mi hanno aiutato, son riuscito infine ad affrontare un ripido molto accentuato con un drop nel mezzo, cosa che non avrei mai affrontato da solo.

KNVu+19E

Questo è l’ultimo giorno di lezione ripreso dal mio Polar M400:

Come potete vedere le lezioni sono impegnative, non è proprio una passeggiata, ci si deve impegnare.

In quasi tutti i passaggi siamo stati anche ripresi ed abbiamo rivisto i nostri errori. Ovviamente non abbiamo potuto risolverli, ma almeno adesso sappiamo come andrebbero fatte delle cose che si danno per scontate, ma scontate non lo sono.

Sono arrivato alle seguenti conclusioni personali:

  1. sono una pippa dal punto di vista dell’allenamento; lo sapevo già, mi son ripromesso che mi applicherò di più;
  2. devo alzare la testa e non guardare appena più in là della ruota anteriore;
  3. devo avere le mani leggere ed i piedi pesanti (questa la capisce chi ne sa).
  4. pratica, pratica, pratica ed ancora pratica!!!

Questo corso mi è servito soprattutto per capire dove sono e dove voglio arrivare: ho capito che c’è tantissimo da imparare e che ho voglia di imparare.

Volevo ringraziare tutti i corsisti con cui ho passato delle lezioni impegnative, ma molto divertenti; soprattutto gli insegnanti tutti bravissimi con una pazienza infinita.

Ci rivedremo sicuramente sui trail.

Translate »
%d bloggers like this: